Most Popular


Banche, scoppia il caso Boschi
Il caso Boschi è ormai scoppiato. Il coinvolgimento del papà e del fratello del ministro in una delle banche salvate ... ...



Legge elettorale, il M5S dice sì alla proposta del Pd

Rated: , 0 Comments
Total hits: 30
Posted on: 05/29/17
Si è svolto l'atteso incontro tra le delegazioni del Pd e del Movimento 5 Stelle, con al centro la riforma elettorale. Al tavolo hanno partecipato per i dem i capigruppo di Camera e Senato (Ettore Rosato e Luigi Zanda) e il relatore Emanuele Fiano. Per i pentastellati presenti Danilo Toninelli, Vito Crimi e Roberto Fico. I cinquestelle hanno confermato l'ok al sistema tedesco, già espresso da Beppe Grillo domenica sera dopo la consultazione online: "La legge elettorale che il M5s voterà in parlamento - si legge sul blog - sarà il proporzionale tedesco con soglia di sbarramento al 5% ed eventuali correttivi, costituzionalmente legittimi, per garantire una maggiore governabilità"."Vedo che Renzi, Berlusconi e Grillo vanno d'amore e d'accordo - sottolinea con una punta di sarcasmo Matteo Salvini - l'importante è votare, noi da dicembre diciamo scegliete la legge elettorale che preferite, l'importante è che gli italiani votino e quindi (senza fare calcoli d'interesse) hanno cambiato idea 18 volte, speriamo che questa sia l'ultima, l'importante è che a settembre gli italiani possano votare".Stefano Maullu, di Forza Italia, osserva che "ora che tutti hanno messo le carte in tavola e chiarito la propria posizione sulla legge elettorale - non ci sono più scuse per rimandare. Il modello tedesco è ragionevole e per questo piace a tutti, noi ne siamo stati promotori fin dall'inizio ma finalmente ci sono arrivati anche Renzi e il M5S. I numeri per far passare la legge ci sono, ora non resta che agire responsabilmente e dotare il paese di un sistema elettorale condiviso dalla maggior parte del Parlamento come aveva chiesto il presidente Mattarella. Dopodiché, l'auspicio è quello di andare al voto prima possibile per permettere ai cittadini di scegliere chi mandare in Paralmento e non farsi governare da chi non è stato eletto". E sulla legge elettorale torna a farsis entire anche Romano Prodi. Per l'ex presidente del Consiglio "il proporzionale sarebbe un disastro". A Prodi non piace il "sistema tedesco" ora in discussione, e lo ha ribadito questa mattina a L'Aria che tira su La7. "Collegi uninominali piccoli, sistema maggioritario: questa sarebbe l'unica riforma in grado di dare stabilità al Paese. Vincerebbe il partito più bravo a trovare persone che costruiscano rapporti con i cittadini". Ma, in fondo, ha scherzato, «è come quella storiella del capostazione. Si fa l'impossibile per scongiurare un incidente, ma se non si riesce ci si gode lo spettacolo".




>>



Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?